Il progetto Consapevolezza Economica nelle scuole

Il progetto Consapevolezza Economica nelle scuole

Il progetto Consapevolezza Economica nasce con l’obiettivo di portare l’economia all’interno della scuola partendo dalle esperienze dirette dei bambini e dei ragazzi ed affrontando così temi a loro vicini.

Aspetti centrali nell’insegnamento dell’economia a scuola sono la consapevolezza delle conseguenze delle scelte economiche e l’orientamento alla futura scelta lavorativa.
L’economia è oggi ancora principalmente vista e vissuta in modo individualistico, le persone tendono ad agire per ottenere in primo luogo un guadagno personale, senza pensare alle conseguenze delle proprie scelte per gli altri nel qui ed ora e alle conseguenze per sé e per gli altri nel futuro.
Parlare di economia a scuola significa quindi svolgere attività che permettano di comprendere sì le dinamiche economiche del mondo che ci circonda ma che aiutino ad acquisire consapevolezza sul legame esistente tra le proprie scelte e quelle altrui.
In quest’ottica non è centrale insegnare come fare a risparmiare, perché risparmiare è bene, ma è importante la comprensione del significato del risparmio, di che cosa significa risparmiare e consumare, di quali sono i pro e i contro di una scelta piuttosto che dell’altra, dell’impossibilità di attribuire un valore positivo o negativo ad un comportamento di risparmio poiché questo dipende dalla situazione e dal contesto. Una volta acquisita questa consapevolezza diventa funzionale insegnare in che modo si può risparmiare e quali strumenti si hanno a disposizione.

I due concetti basilari di questo progetto si possono sintetizzare come segue:
– le scelte non hanno come unica conseguenza il proprio guadagno personale oggi, ma hanno conseguenze per sé e per gli altri anche nel futuro (l’economia come economia universale nel tempo e nello spazio);
– le scelte sul proprio futuro scolastico e lavorativo devono puntare al raggiungimento del corretto equilibrio fra i propri talenti ed interessi e le opportunità offerte dal mercato del lavoro.

A chi è rivolto il progetto

Questo è un progetto dell’Unione Europea rivolto alle scuole dell’obbligo ma in regione hanno partecipato a questo bando anche delle scuole dell’infanzia che hanno intuito quanto sia necessario fin da piccoli, di prendere coscienza ed essere educati a buone pratiche sull’uso e la consapevolezza del denaro, del suo valore e del risparmio. La Scuola dell’infanzia Mons. Domenico Cattarossi, insieme ad altre due scuole in Rete, la scuola dell’Infanzia Sant’Osvaldo e la scuola dell’Infanzia San Giuseppe di Qualso, le cui Coordinatrici hanno accettato la sfida, saranno pioniere di questa avventura.

Appuntamento 19 marzo 2019 ore 17.30

Nell’ampia sala dello Spazio Venezia il 19 marzo alle ore 17.30, si terrà l’Incontro di Educazione Finanziaria legato al progetto e rivolto a tutti i genitori che vi vogliono partecipare. Saremo seguiti in questo incontro, scrive la Dott.ssa Francesca Milocco coordinatrice della scuola Cattarossi, da Caterina Ruzza primo Educatore Finanziario di Spagna, che verrà a illustrare il Progetto a voi Genitori e istruirà le maestre in merito alle attività pratiche da svolgere.
Precisa inoltre che non verranno date alcune indicazioni, ne ai genitori, ne tantomeno ai bambini su prodotti finanziari o qualsiasi altra pubblicità su prodotti vari trattandosi di Educazione Finanziaria.

chiuso

Per rendere la partecipazione accessibile al maggior numero di Genitori, si è pensato di attivare il servizio baby sitter gratuito, su prenotazione.

E’ richiesta la comunicazione della propria partecipazione e dell’eventuale necessità del servizio baby sitter per motivi organizzativi chiamando il seguente numero ☎️ 0432 235759

Lasciatevi incuriosire, noi ci saremo!

Ah! Se volete scoprire come mettere da parte 1.378€ in un anno leggete il nostro articolo!!

Iscriviti alla Newsletter di City4moms, rimani sempre aggiornato sulle novità!
Se ti piace City4moms seguici su Facebook, Instagram e Pinterest!

Iscriviti alla Newsletter di City4moms, rimani sempre aggiornato sugli eventi per famiglie! Se ti piace il nostro portale seguici su Facebook, Instagram e Pinterest!!

Dettagli Barbara Natali

Barbara Natali, romana classe 72, Assistente di Volo, Ingegnere di Volo, Pilota di Aerei. Ho smesso di volare e mi dedico a tempo pieno alla mia famiglia coltivando le mie passioni che vanno dal fai da te al cucito, dal web ai segreti di internet passando per la cucina e per la mia insaziabile voglia di sapere e di imparare.