Cestino dei tesori – idee gioco per bambini 6-12 mesi

Cestino dei tesori – idee gioco per bambini 6-12 mesi

Quando il vostro bimbo riesce a stare seduto da solo (in genere intorno ai sei mesi) aumenta il suo interesse verso il mondo che lo circonda. In questa fase, infatti, il bambino ama afferrare gli oggetti che vede nel suo raggio di azione e portarli alla bocca per esplorarli.

Un’attività particolarmente adatta ad ‘allenare’ il coordinamento occhi-mano e a favorire lo sviluppo dei cinque sensi è il cestino dei tesori, ideato da Elinor Goldschmied (1910-2009), psicopedagogista ed educatrice inglese. Adottato dai nidi Montessori, il cestino raccoglie una variegata scelta di oggetti comuni (non giocattoli) in grado di stimolare il bambino. 

Cos’è il cestino dei tesori

E’ un cesto di vimini o di altro materiale naturale (ad esempio una scatola di cartone robusta) all’interno del quale metterete oggetti di varia natura, forma e colore e possono essere oggetti domestici o naturali.
Il bambino durante questa esplorazione porterà ogni oggetto alla bocca per conoscerlo, per cui si raccomanda di scegliere oggetti abbastanza grandi, privi di bordi taglienti e che non perdano colore.

Il cestino dei tesori, deve far scoprire tesori … deve quindi essere un momento di meraviglia e stupore per il bambino nella sua attività di scoperta dove il ruolo dell’adulto è di mero spettatore. Parlate il meno possibile, lasciatelo esplorare immerso nella sua concentrazione. La sola vostra presenza è sufficiente per dargli sicurezza.
Siate presenti ma non interagite attivamente, sarà lui a farvi capire quando vorrà condividere quest’esperienza, sorridendovi oppure offrendovi un oggetto.
La possibilità che gli offrite di agire in uno spazio esclusivo, potendo scegliere autonomamente quale oggetto scoprire e conoscere rappresenta un momento importante in termini dell’affermazione di sé.
Quando il bambino si trova seduto accanto al cestino inizia a fare esperienza attraverso il tatto, la vista, il gusto, l’olfatto, l’udito e il movimento.

Quali materiali

Materiali come legno, metallo, sughero, ottone, pietre, conchiglie, spugne naturali, differenti tipologie di carta, piume, stoffe di varie consistenze (pelle, cotone, lino, pizzo, peluche, velo, …), pigne, diventano elementi capaci di sollecitare la curiosità e l’esplorazione spontanea per le loro caratteristiche specifiche di consistenza, peso, forma, colore, odore, sonorità, sapore.

Cosa mettere nel cestino dei tesori

Evitate i giocattoli e nei limiti del possibile gli oggetti in plastica. Indirizzatevi verso cose di uso quotidiano, che possano offrire il massimo interesse eccitando i cinque sensi. Fate attenzione alla forma, al peso, al calore e alla tessitura per il tatto, all’odore che emanano, al suono che producono e al colore e brillantezza che mettono in mostra.
Attraverso la manipolazione degli oggetti il bimbo sviluppa l’abilità all’uso delle mani nella prensione e la sensibilità al contatto con materiali percettivamente diversi.
All’inizio inserite nel cestino una decina di oggetti, sostituendoli regolarmente per mantenere vivo l’interesse, poi aumentate il numero man mano che il bimbo cresce.

Alcune idee:

  • Oggetti naturali: pezzi di fibre naturali come cotone, lana e lino,pigne di differenti misure, grossi ciottoli (lavati), conchiglie, grandi castagne, spugna naturale, grandi tappi di sughero, grosse piume, pietra pomice 
  • Oggetti di uso quotidiano: spazzola per scarpe, piccoli cestini, spazzola di legno, spazzolino da denti, pennello da barba, pennello per il trucco, pennelli per la pittura
  • Cose di legno: scatolette in legno, cilindro di legno, sonagli, anello per tenda, mestoli
  • Arnesi di metallo: catenelle, cucchiai, frusta per le uova piccola, mazzo di chiavi, anello da tenda in ottone, anelli da chiavi legati assieme, coperchi di tutti i tipi, colino da tè, pentolini
  • Oggetti in pelle, stoffa, gomma, pelo: palle da tennis, portafogli
  • Sacchetti profumati: Sacchettini di stoffa cuciti contenenti lavanda, rosmarino, timo, chiodi di garofano o altro.
  • Carta e cartone: block notes piccolo con spirale, carta stagnola, scatoline di cartone, rotoli esauriti di carta igienica, carta pacchi, nastri e nastrini.
  • Oggetti Sonori: Scatoline di latta sigillate contenenti: riso, fagioli, pasta

E ora tocca a voi!!!
La prima parte divertente tocca a proprio a voi! Andate alla ricerca dei “tesori” e create il cestino per il vostro bambino… Buon divertimento! Se invece volete acquistarne uno già pronto con articoli in legno fatti a mano guardate qui.

Iscriviti alla Newsletter di City4moms, rimani sempre aggiornato sulle novità!
Se ti piace City4moms seguici su Facebook, Instagram e Pinterest!

 

banner jewelPIX

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Iscriviti alla Newsletter di City4moms, rimani sempre aggiornato sugli eventi per famiglie! Se ti piace il nostro portale seguici su Facebook, Instagram e Pinterest!!

Dettagli Linda Lato

Sono Linda, diplomata come perito informatico programmatore ,approdo alla laurea quinquennale di Scienze Strategiche a Torino. Lavoro per quasi dieci anni come recruiter per una società di selezione di personale, seguendo in particolare l’area specialistica Information and Communication Technologies. Nel 2014 arriva il mio primo figlio e nel 2017 il secondo. La mia vita cambia radicalmente e scelgo di dedicarmi ad un nuovo progetto, la mia famiglia. È proprio grazie a questo nuovo percorso che approdo nel 2017 a City4moms come utente. Pronta per nuove sfide, affascinata dalla voglia di rimettermi in gioco come mamma lavoratrice riconosco questa fame di avventura nelle storie di Barbara&Barbara... nasce così la nostra collaborazione. Entusiasmo, squadra e sogni da realizzare sono il mio nuovo punto di partenza!