Alla scoperta del leone…allo Zoo di Lignano!

Alla scoperta del leone…allo Zoo di Lignano!

Alla scoperta del leone…allo Zoo di Lignano!

È davvero particolare ed emozionante far scoprire per la prima volta ai  bambini un leone dal vivo! 
È incredibile la loro espressione quando lo incontrano per la prima volta! 
Qualcuno di voi sicuramente lo ricorda ancora!

Voglio raccontarvi la nostra prima volta… Dove? Al Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro dando qualche consiglio organizzativo a chi, come me, ha bambini piccoli.

Abbiamo scelto lo zoo di Lignano oltre che per la distanza (circa 40 minuti in auto da Udine), perché è davvero a misura di bambino: si percorre liberamente a piedi e con i passeggini, con un percorso indicato ma comunque libero. Il percorso si alterna a ghiaino, legno e betonella tutto facilmente percorribile e in piano. 
Abbiamo portato con noi il passeggino, ma lo si può anche noleggiare sul posto al costo di 4 euro.
La durata media di una visita è di circa 3 ore ma ci si può fermare tutta la giornata potendo pranzare internamente essendoci l’area pic nic in una zona verde alberata o un ristorante self service. C’è anche un’area giochi
Gli animali vivono tutti liberamente all’ interno di spazi recintati e possono essere visti dal vetro o dalle staccionate:
in alcuni casi si possono anche toccare, come ad esempio le caprette a cui i bambini possono dare da mangiare ( preparate tante monetine da 20 cent per accedere all’erogatore ).  Questo, devo ammettere, è stato il momento più divertente per Matteo e la sera abbiamo giocato a lungo “al gioco della capretta” (io ovviamente ero la capretta!)


Per quanto riguarda i servizi c’è un parcheggio ampio e gratuito vicino all’ingresso dello zoo ( non custodito e non coperto), ci sono  bagni all’ingresso e internamente, c’è anche disponibilità di un fasciatoio ( all’ingresso) con utilizzo di una chiave che viene fornita alla reception, ci sono due bar di cui uno è interno al self service. Come orario delle visite suggerisco la mattina all’apertura o il pomeriggio perché nelle ore centrali fa troppo caldo e gli animali sono rintanati nelle loro “casette”.
Cosa portare allo zoo? Sicuramente cappellini per il sole, crema solare per i bimbi e un buon repellente per le  zanzare. 
Noi siamo arrivati in mattinata e nonostante la coda le casse sono state molto veloci: gli adulti pagano 14 euro e i bambini dai 3 agli 11 anni pagano 11 euro . 
Il nostro primo incontro doveva essere quello del leone e siamo quindi andati  alla ricerca del Re della foresta utilizzando la cartina che ci hanno consegnato all’ingresso. L’incontro tra Matteo e il leone è stato paradossale: Matteo ruggiva e il leone sonnecchiava ! Forse si aspettava un animale più “ruggente” e ha invece scoperto un micione sonnolento…  come la tigre del resto! 

Molto dinamiche e simpatiche invece le Otarie che hanno nuotato per noi,regalandoci capriole, spruzzi d’acqua e immersioni! Anche Giorgio che ha solo un anno è rimasto incantato! Gli animali sono moltissimi: lo zoo ospita circa 1000 animali appartenenti a centinaia di specie tra Mammiferi, Uccelli e Rettili anche se non sempre sono tutti visibili perché a volte sono rintanati anche per il caldo.

 

 

 

 

 

 

Una giornata dunque speciale: speciale perché insieme, speciale perché a contatto con la natura e i suoi odori e grazie a Matteo abbiamo scoperto che i cammelli e le zebre mangiano spaghetti .. di paglia! 

Se invece volete rimanere a Udine o scegliere un’altra destinazione per la vostra gita, scopritene di nuove nella nostra sezione Natura e Parchi sempre in continuo aggiornameto.

Iscriviti alla Newsletter di City4moms, rimani sempre aggiornato sulle novità!
Se ti piace City4moms seguici su Facebook, Instagram e Pinterest!

 

SalvaSalva

Dettagli Linda Lato

Sono Linda, diplomata come perito informatico programmatore ,approdo alla laurea quinquennale di Scienze Strategiche a Torino. Lavoro per quasi dieci anni come recruiter per una società di selezione di personale, seguendo in particolare l’area specialistica Information and Communication Technologies. Nel 2014 arriva il mio primo figlio e nel 2017 il secondo. La mia vita cambia radicalmente e scelgo di dedicarmi ad un nuovo progetto, la mia famiglia. È proprio grazie a questo nuovo percorso che approdo nel 2017 a City4moms come utente. Pronta per nuove sfide, affascinata dalla voglia di rimettermi in gioco come mamma lavoratrice riconosco questa fame di avventura nelle storie di Barbara&Barbara... nasce così la nostra collaborazione. Entusiasmo, squadra e sogni da realizzare sono il mio nuovo punto di partenza!